Rapporto_Osservatorio

ICT in Sanità: il caso di studio del Gruppo Health Care Italia S.p.A.

Il quinto Rapporto dell’Osservatorio ICT in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, illustra i risultati dell’Edizione 2012 della Ricerca denominata “ICT in Sanità: mettere in circolo l’innovazione”.

L’importante studio, ha permesso di stimare il valore complessivo della spesa ICT in Sanità e il livello di sviluppo del sistema di Virtual & Mobile Health in Italia mediante il coinvolgimento, con survey e interviste dirette, di oltre 300 attori chiave di strutture sanitarie italiane (CIO, Direttori Generali, Amministrativi e Sanitari).

La rilevante esperienza che vede le Strutture del Gruppo Health Care Italia S.p.A., in fase sperimentale il Rome American Hospital e a regime le Case di Cura Ospedale Internazionale e Villa dei Fiori, attive protagoniste di un percorso strategico orientato all’introduzione di metodologie innovative in materia di ICT, è illustrata nella sezione del Rapporto dal titolo “Il Virtual Health e gli ambiti di intervento delle strutture sanitarie”.

Di seguito, se ne riporta il contenuto:
“Rome American Hospital (RAH) è una struttura sanitaria polispecialistica privata facente parte del Gruppo Health Care Italia S.p.A., nata nel 1990 da una joint venture con la Hospital Corporation of America di Nashville. Si avvale della collaborazione di 250 professionisti e dispone di 150 posti letto, oltre a 10 letti di terapia intensiva.
L’alto interesse strategico verso l’ICT e l’innovazione a supporto dei percorsi interni e in ambito sanitario e gestionale fanno si che la Direzione Aziendale rappresenti il maggior sponsor interno per i progetti di innovazione.
Tra questi particolare rilevanza assume il progetto “Orione RAH”, iniziato a fine 2011 e in corso per tutto il 2012, suddiviso in tre parti integrate tra loro:
- Cartella Clinica Elettronica, intesa come repository informatizzato per la raccolta e la gestione delle informazioni e dei dati clinici del paziente. Il progetto è mirato alla costruzione di un sistema di raccolta dati centralizzata, fruito mediante dispositivi dinamici (tablet, lettori ottici, ecc.) e destinato ad ospitare la cronologia dei dati medico-legali relativi al percorso di cura del paziente, con l’intento di assicurare la comunicazione dinamica e la storicizzazione nei percorsi interni, tra cui le consulenze specialistiche, l’interrogazione simultanea di esami clinici e diagnostico-strumentali oltre alle successive ricerche retrospettive e prospettiche.
- Sistema di Business Intelligence, attraverso il quale è possibile elaborare l’analisi dei dati ed effettuare un costante controllo sul patrimonio informativo raccolto e aggregato nell’ambito del Datawarehouse aziendale; sono garantite analisi multidimensionali – attraverso, ad esempio, funzioni di drill-down e roll-up interattivo, pivoting sulle dimensioni, filtro dinamico sui dati, aggregazione e storicizzazione degli eventi – con particolare attenzione alla rappresentazione degli scostamenti a livello temporale.
- Conservazione sostitutiva in formato digitale e conseguente dematerializzazione del cartaceo (laddove possibile rispetto alle normative vigenti) al fine di limitare l’uso della carta e riconvertire gli spazi e le risorse, ora destinati ad archivio, a beneficio della prevalente attività sanitaria. L’introduzione della firma digitale, parte integrante del progetto, garantirà l’autenticità dei documenti conservati digitalmente, mantenendone inalterata l’efficacia legale.
Il progetto, il cui importo totale stimato ammonta a circa 250.000 €, è stato appositamente studiato prevedendo l’integrazione con l’attuale sistema gestionale sanitario, che detiene l’anagrafe centralizzata pazienti e la gestione sanitaria-amministrativa. Nella sua predisposizione, il progetto coinvolge l’intera struttura, con 130 Key User fattivamente operativi che accederanno ai dati, secondo diversi livelli di responsabilità.
Il prodotto pronto all’uso, sperimentato e testato dal Rome American Hospital, verrà in seguito distribuito e mandato in produzione anche sulle altre strutture afferenti al Gruppo.”

Fonte: Rapporto “ICT in Sanità: mettere in circolo l’innovazione” – Osservatorio ICT in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano
Web: www.osservatori.net


Leggi tutte le news