gestione_urgenze_sm

Gestione delle urgenze

Il servizio 24 ore
Al fine di offrire l’assoluta garanzia di un’assistenza di altissimo livello, nelle nostre strutture di ricovero è presente un servizio di guardia medica, cardiologica e rianimativa operativo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. La guardia medica è coadiuvata, a seconda delle strutture, da un servizio cotninuativo di ortopedia, traumatologia, pneumologia e terapia dell’asma. La capacità di poter affrontare le emergenze è ulteriormente garantita dalla reperibilità notturna e festiva di medici di guardia, del personale delle sale operatorie, di radiologia e dei laboratori di analisi.

Terapia intensiva ed unità coronarica
Grazie alla presenza del reparto di terapia intensiva ed all’unità coronarica è possibile affrontare le più complesse situazioni di emergenza esterna, come ad esempio un infarto), e di emergenza a genesi interna, come i decorsi post-operatori. Il reparto di terapia intensiva vanta tecnologia d’avanguardia ed un livello di assistenza strumentale ed infermieristico tale da poter gestire decorsi post-operatori particolarmente impegnativi. L’unità coronarica, anch’essa dotata di sofisticate strumentazioni per il monitoraggio continuo, è predisposta per attuare le più moderne terapie dell’infarto miocardico acuto e delle sue complicanze. In queste aree sono presenti, 24 ore su 24, un medico rianimatore ed un medico cardiologo specificatamente addestrati per i trattamenti intensivi.

Carrelli salvavita
In tutti i reparti sono dislocati i carrelli salvavita. Si tratta di presidi mobili dotati di tutte gli strumenti e farmaci necessari per in caso di rianimazione del paziente. Le strutture attuano inoltre delle specifiche procedure per far sì che in caso di emergenza si renda immediatamente disponibile un equipe composta tra gli altri dal medico di guardia, dal medico rianimatore e dal cardiologo di guardia.

Unità mobili di rianimazione
Ove necessario, le nostre strutture assicurano il trasporto in unità mobili di rianimazione con la presenza di medico a bordo, che a sua volta è in continuo contatto con il medico di guardia della struttura, consentendo quindi di accogliere il paziente nelle condizioni più idonee alla gestione della gravità del suo ricovero.